Sport

BIOSI’ INDEXA SORA VS PADOVA – IL COMMENTO

Preannunciata come una serata di spettacolo l’anticipo della dodicesima giornata tra Sora e Padova, che si avvale anche della diretta Rai, mantiene tutte le promesse.

A dare inizio allo spettacolo sono i gruppi sempre più organizzati dei “Guerrieri volsci” e dell’”Armata bianconera” che espongono un gigantesco striscione che raffigura la città di Sora abbracciata da due grandi palloni di pallavolo e intonano canti testimoniando tutto la loro passione per la propria Squadra e la città di Sora. Successivamente ad allietare gli intervalli tra i vari set è intervenuta la scuola di danza Felix Factory Dancing con i suoi giovani allievi.

Al PalaGlobo “Luca Polsinelli” si registra ancora il tutto esaurito con una calorosa partecipazione di pubblico: tra gli ospiti di rilievo spicca la presenza del Vescovo della Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo Gerardo Antonazzo venuto per dare una testimonianza personale dell’accordo stipulato tra la diocesi e la società volsca. Presenti anche alcune autorità civili quali il presidente della provincia di Frosinone Pompeo e il deputato Scalia.

Dopo la bella vittoria ottenuta, al tie-break, in trasferta contro Vibo Valentia, la Biosì Indexa Sora torna a giocare e a vincere, ancora al tie-break, nel Palaglobo. La squadra patavina, che fino a questo momento ha dimostrato di poter ambire ad una classifica di vertice, ha evidenziato tutta la propria potenzialità tecnica presente in tutto il suo roster, come hanno dimostrato le sostituzioni.

In questa gara la Biosì Indexa Sora fornisce una buona prestazione sul piano tecnico ed un’ ottima tenuta caratteriale nel corso del match. Per gran parte della partita costretta ad una lotta serrata contro Padova ha sempre cercato e trovato una reazione per restare in partita.

Coach Bagnoli, schiera la Biosì Indexa Sora: Seganov regista e Miskevich opposto, la coppia di centrali Gotsev e Sperandio, i martelli Rosso e Kalinin, e Santucci libero.

Mister Baldovin schiera il sestetto di Kioene Padova con la seguente formazione: Shaw in palleggio, Giannotti come opposto, Maar e Fedrizzi in posto 4, Volpato e Koncilja centrali, Balaso nel ruolo di libero.

Linizio del primo set è molto combattuto ed equilibrato con la Biosì Indexa Sora che esprime un buon rendimento in tutti fondamentali e la Kioene Padova che forza molto il proprio servizio commettendo però diversi errori, fino a quando con il turno di Volpato riesce a mettere pressione alla ricezione della squadra sorana e ad ottenere un cospicuo vantaggio, che conserverà fino al termine del set che si aggiudica con il punteggio di 20 a 25.

Nel secondo set, la Biosì Indexa Sora continua a patire l’elevata pressione della battuta esercitata dalla Kioene Padova, ma a sua volta riesce a mettere in difficoltà, con il turno di battuta di Kalinin e poi di Sperandio, la ricezione della squadra patavina. La Biosì Indexa Sora inoltre mostra un buon rendimento nel fondamentale del muro. Mister Baldovin prova a rimediare alla superiorità del gioco espresso dalla squadra sorana, sostituendo Giannotti con Milan e Maar con Bassanello per ottenere un miglior rendimento in ricezione. La squadra sorana riesce tuttavia a gestire il vantaggio maturato e conquista il set con il punteggio di 25 a 15.

Nel terzo set è ancora la Kioene Padova, scesa in campo con Milan al posto di Giannotti, ad avere una buona partenza, che però la squadra sorana riesce immediatamente a contenere e con una buon rendimento in tutti i fondamentali conquista un buon margine di vantaggio portandosi al punteggio di 24 a 21. Tuttavia pur avendo a disposizione ben tre setpoints non riesce a chiudere il set, che invece viene conquistato da Padova con il punteggio di 25 a 27 grazie al servizio di Maar e ai due decisivi muri di Volpato.

L’inizio del quarto set è equilibrato con la Kioene Padova un po’ troppo fallosa nel fondamentale della battuta. La Biosì Indexa Sora esprime, invece, un buon rendimento in tutti i diversi fondamentali e nel finale con l’imperioso Miskevich riesce a produrre l’allungo decisivo che la porta alla conquista del set con il punteggio di 25 a 20 e guadagna la possibilità di disputare il tie- break.

Nella prima parte del Quinto e decisivo set, la Kioene Padova appare subito molto determinata e aggressiva a muro, in particolare con Koncilja, e in attacco, ma la Biosì Indexa Sora riesce a fronteggiarla. Dopo il cambio campo, effettuato in vantaggio con il punteggio di 8 a 7, e nonostante l’errore di formazione, commesso sul 13-13, la Biosì Indexa Sora vola decisa verso la conquista della partita con Rosso che prima trova il 16 a 15 e dopo segna il punto decisivo che mette fine al match con il punteggio di 19 a 17.

Domenica 4 Dicembre alle ore 18.00 la Biosì Indexa Sora giocherà in trasferta contro la Bunge Ravenna, nella cui panchina siede mister Fabio Soli artefice, nella scorsa stagione insieme al suo staff e alla sua Squadra, della promozione nel campionato di Superlega.

Mario Iafrate

 

Commenti

Related posts

L’OMIA VOLLEY SUPERA IL VOLALTO CASERTA E VINCE IL TROFEO ALATRI

SORA – DOMENICA SI CORRE ‘LA CIOCIARISSIMA’, ECCO TUTTE LE LIMITAZIONI AL TRAFFICO

LA GLOBO SORA VITTORIOSA ANCHE NEL TURNO DELLA BEFANA